L’Isola di Corfù


Informazioni generali

Corfù, l’isola che accolse Ulisse prima dell’agognato ritorno all’amata Itaca, è un’affascinante meta che nei secoli ha stregato nobili e letterati, tra cui i romantici Sissi e Lord Byron.

Oltre alle splendide spiagge bagnate da un mare trasparente, la lista di cose da vedere a Corfù comprende interessanti attrazioni culturali come musei e palazzi storici, paesini che hanno mantenuto un’identità tradizionale, località balneari alla moda, un promontorio suggestivo dove potrete scattare foto mozzafiato e tanto ancora.

mappa di corfuCorfu, chiamata Kerkyra dai greci, fa’ parte dell’arcipelago greco delle isole Ionie (Corfu, Paxi, Lefkada, Cefalonia, Itaca, Zante e Kithira) e di queste risulta essere la seconda per grandezza dopo Cefalonia.

Tra l’isola di Corfu e le coste di fronte dell’Epiro e dell’Albania le acque prendono il nome di mare Kerkyraiki che a nord è noto col nome di stretto di Aghios Stefanos (appena 2 km).
Da un punto di vista geologico Corfù è molto simile alla vicina costa greca; il suo territorio è piuttosto montuoso e gran parte dell’isola è attraversata da tre dorsali montuose, con la parte nord in prevalenza occupata dal monte Pantokratoras.
La zona nord dell’isola risulta essere piuttosto frastagliata, il che favorisce il formarsi di baie, insenature e promontori, mentre man mano che si scende verso sud le spiagge di sabbia si allungano formando una costa più regolare.

Quando partire

Maggio: Inizia la vera e propria stagione estiva, con clima caldo di giorno e fresco alla sera.
L’isola è ancora vuota, il turismo è poco e quindi si trovano le spiagge isolate. Il mare è quasi sempre calmo perché non soffiano venti e l’entroterra è ricca di fiori.
Una curiosità: di sera nelle zone di campagna è possibile ammirare le lucciole!
Inoltre questo è il mese adatto per chi vuole assistere alla Pasqua Ortodossa.

Giugno: Arriva il vero caldo che rende la spiaggia il posto perfetto per tutta la giornata! Il mare ha una temperatura più accattivante e le spiagge iniziano a riempirsi. Il mese migliore come temperature per dormire alla sera.

Luglio: Il caldo inizia a sentirsi molto ma è mitigato da un leggero vento chiamato Maistros.
Inizia ad esserci il turismo di massa e l’isola si riempie di turisti provenienti da tutta Europa oltre che dai Corfioti che ora sono in vacanza.
Per dormire bene inizia ad essere indispensabile l’aria condizionata…

Agosto: Caldo come a Luglio ma con più umidità. Sicuramente il mese con più turisti, soprattutto italiani, che si notano sia in spiaggia che nei locali notturni.
Le spiagge sono affollatissime ed è il mese con più vita sull’isola!

Settembre: Inizia ad abbassarsi la temperatura e la spiaggia è adatta solo nelle ore più calde.
Ci sono giornate di pioggia che poi mutano facendo scoprire un cielo azzurrissimo e un sole caldo.
Di sera invece vi consigliamo di coprirvi perché inizia a fare fresco, soprattutto per cenare all’aperto.

Come muoversi sull’isola 

VIA TERRA 
Oltre all’efficiente servizio degli autobus che tocca i principali punti dell’isola (Paleokastritsa, Kavos, Ipsos, Sidari, Gouvia, Kassiopi, Roda, etc…; tutti con partenza da Corfu città), la rete stradale di Corfù è ben coperta anche dal servizio Taxi.
E’ inoltre molto facile affittare biciclette, motorini, auto o fuoristrada in ogni paese turistico dell’isola.
Infine sono molti i tour organizzati da diverse agenzie che programmano gite per scoprire l’isola in autobus.

VIA MARE 
Per quanto riguarda le imbarcazioni, oltre alla presenza di tanti buoni punti d’approdo, nelle zone di maggior interesse turistico è sempre possibile affittare delle barche o usufruire dei servizi di taxi- boat.
Per chi disponesse di una barca/gommone è da tener presente che a Marina di Gouvia, poco a nord della città di Corfù, c’è un porto ben attrezzato che offre ospitalità e comfort notevoli.
In città ci sono tre diversi porti per ormeggiare, il porto vecchio che è per piccole imbarcazioni ed è usato quasi esclusivamente da pescherecci, la Marina di Mandraki che è sotto la fortezza vecchia ed è utilizzata per lo più da chi possiede una barca a vela (Tel. del responsabile della Marina +30 6978892243) e infine la Marina di NAOK che è forse delle tre la più attrezzata.
Al NAOK, che è anche un club nautico dal 1935, accolgono ogni tipo di imbarcazione e per informazioni potete scrivere a naok@otenet.gr o telefonare al +30 26610 30470.

Informazioni pratiche sulla Grecia

Documenti: se si è cittadini dell’U.E. non servono documenti particolari per entrare in Grecia, per tutti gli altri è indispensabile il passaporto e se si vogliono avere maggiori informazioni ci si può rivolgere alle ambasciate o ai consolati presenti in Grecia.

Animali: si richiede che gli animali, prima di essere introdotti in questo paese, abbiano fatto una certificazione di buona salute e abbiano fatto una profilassi antirabbica.
Il certificato non deve aver più di 12 mesi per i cani, più di 6 mesi per i gatti e non meno di 6 giorni prima dell’arrivo in Grecia.

Salute: nel capoluogo è presente l’ospedale statale dove si possono ottenere prestazioni di pronto soccorso gratuite esibendo la tessera sanitaria.
Ci sono molte cliniche private e specialisti che parlano inglese nella città oltre che ambulatori e farmacie in tutti i paesi turistici dell’isola.

Orologio: l’ora in Grecia è due ore avanti rispetto al meridiano di Greenwich.
Il turista italiano dovrà quindi spostare l’orologio avanti di un’ora.

Moneta: facendo la Grecia parte dell’Unione Europea ha come moneta l’Euro.
Le più conosciute carte di credito si possono utilizzare senza problemi per pagare alloggi, ristoranti, noleggi ecc…

Cosa mangiare

Un viaggio è un’occasione per incontrare culture e per conoscere tradizioni diverse dalla propria. L’esperienza culinaria è una parte fondamentale, imprescindibile, di un viaggio. In ogni località, turistica o meno, troverete un ristorante o una taverna che propone piatti tipici greci.

Oltre alle spezie derivanti dall’influenza mediorientale, nella ricette della cucina tradizionale greca vengono utilizzati ingredienti che affondano le radici nella tradizione mediterranea: olio d’oliva, pomodori e verdure. Sapori semplici e autentici che avvicinano la Grecia all’Italia.

Ulteriori informazioni li potete trovare cliccando su questo link.

This post is also available in: Inglese